Chiesa di San Leonardo e Mater Domini

La Chiesa di San Leonardo e Mater Domini si erige su un masso detto di San Leonardo , conosciuto come il masso dell’Antica.

Il complesso si compone di una chiesa inferiore e una superiore

La Chiesa Inferiore è composta da cripta rupestre scavata nel masso , risalente al XV secolo e da un avancorpo in muratura (1764) che aumenta la volumetria. Alla cripta si accede attraverso una scalinata scolpita nel masso tufaceo . Nella facciata posta di fronte all’ingresso c’è un sepolcro vuoto con l’affresco di San Nicola .

La cripta è dotata di una piccola sacrestia e di due altari, di cui uno dei due è scavato nel masso . Il rifacimento di uno degli altari lo si fa risalire al 1764. Su un cartiglio posto su una cornice dipinta si nota l’immagine di Cristo tra la Vergine e Giovanni Battista, che con la mano sinistra regge il Libro e con l’altra benedice. Sulla stessa parete si notano i  resti di una composizione pittorica , e a destra un affresco settecentesco che raffigura Maria Mater Domini, la quale chiesa fu dedicata.

L’avancorpo ha un’altezza doppia di quella parte scavata.Qui si contano quattro finestre strombate e da due altari privi di rifiniture .

La Chiesa superiore è formata da una navata realizzata nel XIX  secolo (1890 circa)  a devozione di Catalda Catapano  che contribuì alla costruzione della chiesa e all’acquisto della statua della Madonna con bambino . La Chiesa è dotata di una piccola sacrestia dove inizia una strettissima scalinata che porta al terrazzo , dove si ammira un meraviglioso paesaggio rupestre.

 

Le notizie sono a cura di Michele Galante (2014)

Fonte: Conca delle gravine


LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.