Copertina

Giornate FAI di Primavera 2018

Il 24 e 25 marzo tornano le Giornate FAI di Primavera!

Da 26 anni la più grande festa di piazza dedicata alla bellezza del nostro Paese, da scoprire e da proteggere. Sabato 24 e domenica 25 visita oltre 1.000 luoghi straordinari di tutta Italia insieme ai volontari del FAI.

GINOSA

Chiesa, Parco Archeologico e Giardini Dattoli

Nella contrada rurale della Madonna Dattoli sono presenti l’acquedotto sotterraneo di età romana ubicato a pochi metri dalla chiesetta benedettina di Santa Maria Dattoli. Da fonti storiche apprendiamo che “Quivi in tempo di siccità sono solite a portarsi processionalmente le vergini ad implorare la grazia della pioggia”. Viene creato in questo modo un forte legame tra la vicina chiesa benedettina e la fonte d’acqua, inoltre ci perviene la notizia dell’esistenza in loco di “Bagni Dattoli ove ancora si vedono li vestigi di bagni atti a curare molte infermità”. Le indagini archeologiche effettuate nella contrada hanno permesso di riportare alla luce strutture riconducibili ad una sontuoso villa romana. Poco distante dal parco archeologico è ubicata la chiesa di S. Maria Dattoli distante circa 1 miglio dall’abitato. La cappella, dedicata alla Vergine, è citata all’interno della monografia storica compilata.

Apertura a cura di

Delegazione FAI di Taranto

Orario

Sabato 24 marzo: 09:30 – 12:30 – 15:30 – 18:00 (ultimo ingresso 18:00)
Note: visite previste anche per le scuole al mattino

Domenica 25 marzo: 09:30 – 12:30 – 15:30 – 18:00 (ultimo ingresso 18:00)

*Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato

Note prenotazione

Prenotazione solo per le Scuole.
338 4134140

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Itinerario

Murgia e Ionio: sinestesia di emozioni

Visite a cura di

Apprendisti Ciceroni I.C. “Deledda-San Giovanni Bosco” Ginosa

Visite in lingua straniera

Inglese

Inziative speciali

– Visita Giardini Dattoli – Azienda Scarati Sabato 24 al mattino: Detti, proverbi, poesie, canti popolari curati da IC Deledda-Bosco al pomeriggio: – Danza popolare curata da IC Deledda-Bosco – Cercando il volto di Cristo – mostra di opere pittoriche e musive di Daniela Dian

 

Chiesa rupestre di San Leonardo

La chiesa di San Leonardo vecchio è inserita nella contrada dell’Antica, quartiere San Leonardo, nucleo fondamentale del borgo medievale caratterizzato dalla presenza di una fontana e, dai primi anni del XII secolo, di una domus dei cavalieri teutonici intitolata a Santa Maria. La chiesa è costituita da un nucleo medievale rupestre successivamente ampliato con l’innesto di un avancorpo murario, essa risulta riaperta al culto nel 1764, successivamente è intitolata a Santa Maria Mater Domini. È presente un grande blocco calcareo disposto in orizzontale con l’affresco di San Nicola benedicente. Sull’altare medievale è raffigurata una tarda Deèsis, col Cristo, fra la Vergine e San Giovanni Battista, che regge un libro con la mano sinistra e benedice.

Apertura a cura di

Delegazione FAI di Taranto

Orario

Sabato 24 marzo: 09:30 – 12:30 – 15:30 – 18:00 (ultimo ingresso 18:00)
Note: visite previste anche per le scuole al mattino

Domenica 25 marzo: 09:30 – 12:30 – 15:30 – 18:00 (ultimo ingresso 18:00)

*Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato

Note prenotazione

Prenotazione solo per le Scuole.
338 4134140

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Itinerario

Murgia e Ionio: sinestesia di emozioni

Visite a cura di

Apprendisti Ciceroni I.C. “Calò” Ginosa

Visite in lingua straniera

Inglese, Francese, Spagnolo

Inziative speciali

Sabato 24 e Domenica 25, ore 17-20 Museo Civico Santa Parasceve – C.so V. Emanuele II, 95 – apertura deposito archeologico a cura di ETHRA – Ginosa…natura, storia, arte e spiritualità – mostra fotografica a cura dell’IC Calo’ – Chiesa di San Leonardo

MARINA di GINOSA

Torre Mattoni e lago Salinella

Torre Mattoni è una torre di avvistamento situata in contrada Marinella, tra la foce del fiume Bradano e del torrente Galaso a breve distanza dal mare. Esiste già nell’elenco del 1569 come fortificazione costiera del Regno di Napoli, fatto compilare dal vicerè, duca d’Alcalà, don Parafan de Ribera. Il lago Salinella, posto a 3 Km dal centro abitato, è un piccolo lago costiero retrodunale, idealmente diviso in due dal confine fra Puglia e Basilicata all’interno dell’Area naturale protetta “Riserva naturale Stornara”. Rappresenta l’ultima zona umida dell’anfiteatro ionico. La fauna ittica è notevole ed il sito è anche rifugio ideale di numerose specie di uccelli palustri, tra i quali nelle diverse stagioni si possono osservare il gabbiano reale, il fanello, la calandrella, la gallinella d’acqua, il migliarino di palude, l’airone. La vegetazione della pineta è caratterizzata dalla fitta presenza di una tipica conifera mediterranea, il pino d’Aleppo.

Apertura a cura di

Delegazione FAI di Taranto

Orario

Sabato 24 marzo: 09:30 – 12:30 – 15:30 – 18:00
Note: visite previste anche per le scuole al mattino

Domenica 25 marzo: 09:30 – 12:30 – 15:30 – 18:00 (ultimo ingresso 18:00)

*Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato

Note prenotazione

Prenotazione solo per le Scuole.
338 4134140

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Itinerario

Murgia e Ionio: sinestesia di emozioni

Visite a cura di

Apprendisti Ciceroni I.C. “R. Leone” Marina di Ginosa

Visite in lingua straniera

Inglese

Inziative speciali

-“Identità marinese”: mostra fotografica – Palazzo della Delegazione Comunale, Piazza Indipendenza, Marina di Ginosa – “A spasso nel verde” – a cura della scuola dell’infanzia IC R. Leone – Contrada Marinella Sabato 24, ore 10.30 presso Torre Mattoni “Concerto FAI di Primavera”, a cura di docenti di strumento musicale che dirigeranno l’Orchestra dell’IC R.Leone.

 

 

 

Fonte: Fondo Ambiente Italiano – FAI

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.