onebillion rising

Per la prima volta a Ginosa il flash mob ONE BILLION RISING!

*Per causa pioggia l’evento rinviato a sabato 15 febbraio

Il Centro Antiviolenza “Rompiamo il Silenzio”, In collaborazione con
L’Ambito territoriale di Ginosa, l’Amministrazione Comunale di Ginosa e le Associazioni Olimpia Sport & Wellness, Les Musettes, Gymnic Ginosa, Gf Dance, promuove il Flash Mob Mondiale One Billion Rising – Un miliardo di voci Contro la violenza su donne e bambine.

Venerdì 14 febbraio, alle ore 17.00, Piazza IV Novembre di Ginosa si colorerà di rosso, popolandosi di centinaia di donne Che Si uniranno – Attraverso un ponte immaginifico – al miliardo di PERSONE in tutto il mondo, per MANIFESTARE, in modo gioioso, irriverente e libero, la Volontà di Fermare OGNI forma di Abuso Sulle Donne e sulle bambine.

Con La Terra sotto i Piedi alzeremo un dito al cielo e balleremo per spezzare le catene!

PROVE
Per provare la coreografia 1° appuntamento sabato 8 febbraio, alle ore 11.00 presso la scuola di ballo GF DANCE di GINOSA.
2° appuntamento venerdi 14 febbraio, h. 16.30 in piazza IV Novembre.

Arriva per la prima volta a *Ginosa* il flash mob 🟣 *ONE BILLION RISING!*🟣
Nel giorno di San Valentino le donne in tutto il mondo invadono le piazze per dire basta alla violenza di genere.

Un miliardo di donne uccise è un’atrocità.
Un miliardo di donne che ballano assieme è una rivoluzione!



La storia di One Billion Rising

Era il 2013 quando Eve Ensler, autrice del celebre I monologhi della vagina, lanciò in tutto il mondo una campagna rivoluzionaria, One Billion Rising: il punto di partenza era la drammatica statistica per cui una donna su tre in tutto il pianeta sarà picchiata o violentata nel corso della propria vita; l’obiettivo era far ballare e manifestare un miliardo di persone nel mondo, il giorno di San Valentino, per denunciare quella violenza e affermare la volontà di porvi fine. L’enorme successo della manifestazione, con adesioni da oltre 200 nazioni, ha trasformato One Billion Rising in un appuntamento annuale, il cui spirito battagliero ha ricevuto consensi crescenti aprendo un nuovo dibattito sui diritti, il razzismo, le disuguaglianze economiche e le guerre dichiarate sui corpi delle donne in tutto il mondo. Anche in Italia lo scorso anno 250mila persone hanno partecipato a oltre 150 eventi in tutta la penisola.

One Billion Rising Revolution 2017

Quest’anno la parola d’ordine di One Billion Rising è solidarietà: solidarietà contro lo sfruttamento delle donne, solidarietà contro il razzismo e il sessismo ancora presenti in tutto il mondo. Alcuni eventi recenti, come la manifestazione di Roma del 25 novembre e la marcia di Washington del 21 gennaio, hanno testimoniato ancora una volta la presenza di una consapevolezza e di un’energia straordinaria nella società civile, frutto del lavoro costante sul campo di attivisti, associazioni e istituzioni. One Billion Rising vuole ribadire che non c’è nulla di più potente di questa solidarietà globale, di un corpo unico e coeso capace di far parlare un miliardo di persone con una sola voce.

La solidarietà è la nostra rivoluzione!

Dobbiamo abbandonare i tentacoli delle nostre false sicurezze e interrompere il mondo così come lo conosciamo. Sovvertire, lottare e danzare con tutte le nostre forze  per immaginare una vita al di là delle false comodità” (Eve Ensler). Non può esserci rivoluzione senza solidarietà. Non possiamo invocare un cambiamento nel sistema – cambiamento di mentalità, di cultura, di coscienza, dei valori, di volontà politiche – attraverso azioni individuali e isolate.  Solidarietà vuol dire connettersi in maniera radicale.

Fonte: Amnesty International

Sito Ufficiale: https://www.onebillionrising.org



Per la tua pubblicità compila il form di richiesta


Inserisci un indirizzo email valido

Scegli una data per fissare un appuntamento


LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.